Di Venere, di “Ammore” e di piaceri.

Di Venere, di “Ammore” e di piaceri.

Venere governa il segno del Toro come principio di piacere e sensualità e il segno della Bilancia come fase associata alla consapevolezza della bellezza estetica e delle relazioni.

Nei suoi significati:

Venere rappresenta il bisogno di amare e di essere amati, il desiderio, la bellezza, l’armonia, l’affetto, la sensualità, la creatività, l’arte, l’attrazione, l’ispirazione al bello, alla femminilità, all’estetica, all’immaginazione creativa, all’apprezzamento, ai rapporti umani, al denaro e all’unificazione degli opposti.

Il pianeta Venere è da sempre simbolo e principio del femminile.
Rappresenta anche la nostra piccola fortuna, un dono ricevuto per apprezzare le gioie della vita, attraverso i suoi simboli, che, oltre a quelli sopracitati, sono legati alla nostra armonia interiore, quando percepiamo che le nostre sicurezze sono legate al piacere e alla gioia di godere della vita in tutte le sue forme, stiamo usufruendo dei talenti di questo meraviglioso pianeta

Nel Tema Natale la posizione del pianeta, per segno, per casa e per aspetti indica le nostre caratteristiche principali rispetto al modo di ricevere e donare sentimenti di amore e sensualità.

Va ricordato che anche Venere non è mai disgiunta o scollegata all’insieme del Tema Natale.

Tuttavia, I transiti sulla propria Venere danno indicazioni importanti sulle nostre percezioni ed esperienze riguardo la nostra vita affettiva, sentimentale e sensuale.

Venere è la nostra percezione dell’equilibrio e dell’armonia.

Particolare attenzione va data alla posizione di isolamento di Venere, nel caso non faccia alcun aspetto nel Tema: anche il non avere aspetti è di per sé un aspetto.

Il tutto sempre in relazione alla nostra capacità e caratteristica di base, se ad esempio abbiamo una Venere fortemente caratterizzata da un segno, un aspetto e una casa, non ci discosteremo mai più di tanto, nonostante transiti scintillanti o iperbolici, dalle nostre modalità e predisposizioni personali.

Una Venere in Capricorno in sesta casa, fortemente influenzata da Saturno, non riuscirà mai a sentirsi a suo agio, nonostante transiti potenti, con caratteristiche che non le corrispondono.

Se ha bisogno di tempo, sicurezze, confini, stabilità e di costruire punti di riferimento solidi e concreti, (es. Venere/Saturno in Capricorno in sesta) non saranno certo i transiti di Giove che le porteranno un amore misterioso, sfuggente, struggente o scevro dai suoi reali bisogni. Qui siamo nel territorio della terra conservatrice di ricchezze concrete e alla forma si preferirà sempre la sostanza, con il rischio di optare per la solitudine piuttosto che per un rapporto superficiale.

Prima di poter interpretare un transito, bisognerebbe riconoscere le proprie esigenze.

Cosa intendiamo per amore?

Quali sono i nostri desideri e bisogni?

Come vorremmo amare ed essere amati?

Venere ci insegna prima di tutto cosa e come ci piace, anche dove ci piace. Se non riconosciamo prima questa funzione, l’Ammore Non funziona.

Bisogna prima riconoscere il nostro racconto personale, la nostra esigenza potente e vera, accettando la sua espressione in noi, per poi poter imbatterci in relazioni che possano davvero appagarci.

Se ad esempio, per sentirci in armonia con noi stessi sentiamo una forte esigenza di libertà, che potrebbe essere caratterizzata da una Venere in Aquario o in Gemelli, magari in stretto rapporto a urano, non possiamo violentare la nostra natura andandoci a cercare storie di dipendenza, di restrizioni, di routine fatta di obblighi o esigenze sociali e monotonia.

Se prima non accettiamo la nostra Venere interiore, non possiamo riconoscere all’esterno qualcuno che appaghi la nostra vera esigenza di felicità.

Venere potrebbe esprimere tra i suoi desideri anche il piacere di lavorare e di condividere una quotidianità fatta di piccole cose e gesti rassicuranti, come la posizione di Venere in Vergine sottolinea, ma questa Venere potrebbe essere influenzata da Giove e allora le “piccole cose” non bastano, ci vuole altro da condividere con il partner, come la voglia di viaggiare, e di godere di ideali, agi, privilegi e una certa abbondanza, la stessa Venere in Vergine potrebbe avere uno sguardo meno ordinario, se fortemente influenzata da Nettuno, e ricercare una forma di arte e di sogno, per esprimere il suo appagamento e ampliare i suoi confini e orizzonti.

Conoscere le caratteristiche della propria Venere Natale per poter ricercare la bellezza, il piacere e l’armonia in noi è importante, è il primo passo per sincerarsi che, attraverso un compagno/a non si stia solo cercando un simbolo che silenzi la nostra insoddisfazione o la paura della solitudine.

In attesa “dell’Ammore” possiamo iniziare a riconoscere il nostro piacere.

Spesso, la posizione in un segno, il pianeta che la governa e in quale casa si trova, possono dirci da dove arriverà questa benedetta armonia interiore e questo appagamento dei sensi, tutti. O per lo meno, dove potremmo godere maggiormente di benefici veri.

Potrebbe anche dare indicazioni sui problemi legati al NON appagamento o al tipo di azione esasperata che tendiamo a ripetere.

Venere in undicesima casa, ad esempio, potrebbe predisporre a desiderare nelle amicizie e nelle relazioni per affinità elettive, o in un gruppo dove si condividono idee, progetti e obiettivi, un autentico sentimento di appagamento emotivo. In questa posizione, Venere predispone la persona verso l’esterno, il sociale e a trovare piacevole condividere interessi intellettuali con un partner. Ma potrebbe sottolineare che non riusciamo a trovare un equilibrio tra amore e amicizia o a confondere le due cose.

La posizione nelle case è un indicazione generica, ma potrebbe essere illuminate capire, dove siamo maggiormente predisposti a usufruire dei piacevoli benefici della sua grazia o a risentirne delle problematiche, se non appaghiamo il nostro simbolo interiore con quello esteriore.

Il segno ci dice in che modo, la casa in che luogo, gli aspetti con quali forze o carenze usufruiamo della nostra capacità di amare e trovare il lato bello della vita. Soprattutto ci insegna a capire cosa davvero possiamo apprezzare e cosa potrebbe procurarci una problematica relativa all’appagamento emotivo e sensuale.

Venere è anche principio di bellezza e di arte.

Il gusto del bello e della ricerca dell’appagamento sensuale sono influenzati dalla posizione di Venere Natale, è chiaro che influenza l’attrazione fisica, spesso anche cosa attrae di noi all’altra persona, perchè probabilmente è sulla nostra Venere che puntiamo per sedurre.

In questo momento, nel cielo abbiamo una Venere in esilio ( Scorpione) e in fase di retrogradazione, non è sicuramente un momento molto favorevole ai rapporti e alle relazioni affettive, soprattutto se questo transito incontra una Venere Natale in Leone, in Aquario o in Toro, anche gli altri pianeti personali in questi tre segni non sono particolarmente favoriti dal cielo del momento, ma questo dipende sempre e in ogni caso anche da altri fattori, tuttavia il rischio c’è.

Chiaramente la Venere Natale in Scorpione è più favorita nelle sue manifestazioni più vere, questa Venere di transito la pungola, grazie anche a Mercurio, a tirare fuori i suoi modelli affettivi.

Un transito, però NON fa primavera.

Prima di poter parlare di buono o cattivo, vanno viste tutte le caratteristiche del Tema e di Venere Natale.

L’ammore potrebbe arrivare sotto varie forme e in modo inaspettato per tutti, basta riconoscere cosa davvero vogliamo fare della nostra bellezza e armonia interiore.

Cosa potrebbe davvero farci felici, iniziando a stilare una lista di desideri e piaceri assolutamente personali e iniziando a concentrarsi sul nostro ideale di bellezza e sui propri talenti, possiamo iniziare a prendere coscienza che siamo aperti e vivi, rispetto alla possibilità che questi si realizzino, la lista è simbolica, va fatta anche solo nel nostro intimo.

La sensualità e l’erotismo fanno parte delle gioie della vita, nella ricerca del nostro obiettivo dovremmo contemplarli, a mio personalissimo parere, naturalmente ad ognuno il suo.

L’eros è una potente energia, per piacere si intende una variegata forma di esperienze, per molti la sublimazione è un atto naturale. Non è necessariamente correlato all’atto sessuale. Ci sono persone che sostengono di riuscirci brillantemente. Chapeau!

L’incontro con Marte di questa Venere in Scorpione è decisamente stimolante sotto il profilo della libido. Chi ha Marte nello Scorpione sarà molto stimolato in questo senso.

Lo stesso Marte di transito in Aquario, incontrando Venere nel proprio Tema Natale, può dare luogo a situazioni dove la tensione erotica è in primissimo piano.

In sintesi:

Che sia a livello fisico e quindi associata alla Venere in Toro (cibo, sesso, denaro) o livello mentale, associata alla Venere in Bilancia ( bellezza, armonia, relazione con l’altro come completamento) abbiamo bisogno di riconnetterci con l’energia della nostra Venere interiore prima di idealizzare qualcuno o qualcosa che non ci rispecchi affatto.

I transiti possono stimolare solo quello che è già latente.

L’amore incontra i nostri desideri e le nostre esigenze, se arriva qualcuno o qualcun altro va via, dipende in parte da noi, ma… se resta, facciamo che sia per “Ammore”, il nostro!

Ida Mestroni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...