Marte in Quadratura a Saturno, tensioni per i segni mobili.

Nel cielo di questi giorni, si è formato un aspetto particolarmente rilevante e ostico, il quale si scioglierà il giorno 22 ottobre 2017, quando Marte uscirà dal segno della Vergine ed entrerà in quello della Bilancia.

Parliamo dell’aspetto di quadratura (90 gradi) tra Marte e Saturno.

Lo sanno bene coloro i quali hanno pianeti e punti importanti nel proprio tema natale alla fine dei segni mobili, per l’esattezza nell’ultima decade di Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci, di quanta pazienza bisogna armarsi e quanta fatica costa riuscire a sostenere difficoltà e tensioni, di non facile gestione.

Marte rappresenta la nostra parte assertiva, l’impulso a reagire, la benzina nel motore, l’energia libidica, Marte indica in che modo usiamo la nostra forza attiva, sia fisica che emotiva e intellettuale, dove si trova la benzina per accendere il motore.

La reattività agli eventi, il coraggio, l’audacia, la competitività, le battaglie necessarie, la determinazione, la tensione erotica maschile, tutte le azioni finalizzate alla conquista e alla difesa personale.

In astrologia classica è considerato un pianeta nefasto, portatore di azioni e reazioni esterne o personali/agite, indiscriminate e tendenzialmente violente, poiché collegate al sentimento della rabbia avendo una natura caldo-secca, è legato all’elemento fuoco, rappresenta l’umore temperato della bile gialla.

In verità, senza l’energia dinamica di Marte, c’è ben poco da fare, anzi, si rimane spesso bloccati e si subisce se non integrata, la reazione degli eventi dall’esterno o si vive nella morsa del sentimento della rabbia, rappresentativo dell’energia di Marte allo stadio emotivo non evoluto e integrato.

La rabbia è un sentimento che può contraddistinguere l’energia di Marte, se non si accetta la sua natura attiva e dinamica, atta a muovere il Sole e il suo progetto.

Saturno è il principio della realtà, il simbolo della maturità, dei limiti e delle regole, la falce dell’eviratore di falsi sogni di gloria, colui che ci ricorda che, senza struttura, centratura e sacrificio, nulla si ottiene e soprattutto nulla rimane in piedi; è la funzione delle necessità concrete e unicamente valide per la nostra sopravvivenza e maturazione.

Saturno simboleggia le strutture solide: le ossa e i denti nel corpo umano, la resistenza alle prove, la logica, la tenacia, la conquista di potere in tempi lunghi.

La tradizione astrologica classica attribuisce anche a Saturno, significati nefasti, si può affermare che sono ritenuti il piccolo (Marte) e il grande (Saturno) malefico, anche se non tutti i loro significati sono da ritenersi catastrofici, in realtà hanno due funzioni assolutamente necessarie, ed entrambi hanno a cuore la difesa della persona. Marte, attraverso l’azione di un impulso auto-affermativo e libidico, non di meno una reazione di difesa personale, Saturno attraverso la capacità di creare strutture solide sulle quali fare affidamento.

Attualmente i due pianeti sono in aspetto dinamico tra di loro; Marte è in Vergine e Saturno nel Sagittario.

La quadratura è un aspetto di tensione tra due forze (segni) differenti tra loro, il cui incontro è più simile ad una sfida, per farle interagire si deve fare uno sforzo, è necessario un processo di integrazione mediante la capacità di scendere a compromessi, altrimenti il rischio è che uno dei due risulti meno costruttivo e alquanto debilitato nell’esercizio delle sue funzioni e nessuna delle funzioni dei simboli astrologici può soccombere senza creare danno e disagio, poiché ne risulterà una deviazione in seno all’aspetto ombra del simbolo.

Tutto questo produce una tensione e lo stress che ne consegue risulta essere davvero faticoso.

In poche parole, siccome abbiamo bisogno sia di Marte che di Saturno, si deve trovare necessariamente un canale di integrazione, diversamente non è possibile.

Chi ha l’aspetto nel proprio tema natale, sa benissimo quanto sia difficile l’integrazione tra le due energie, se sono in aspetto dissonante.

Saturno frena, pondera, tende a direzionare verso il necessario, affinché si costruisca seguendo le regole, qualcosa di concreto e duraturo e per questo ha i suoi tempi lunghi, Marte vuole agire, fare, imporsi, combattere per esprimere e difendere il suo territorio, spesso il suo ego. Marte va di fretta, Saturno lo obbliga a rallentare, spesso questo freno diventa una repressione che si rivela esplosiva, sia all’interno che all’esterno della persona che lo vive, nel caso prevalga Saturno, mentre se è Marte a prevalere, le azioni non saranno ben valutate e finalizzate alla realizzazione di progetti validi e a lungo termine.

Il segno della Vergine è legato all’elemento terra, ha una natura femminile, attiva, mobile ed è attinente con il lavoro e con tutto quello che ha a che fare con il corpo, inteso come conservazione della salute fisica.

Il suo governatore è il pianeta Mercurio, simbolo di trasformazione mediante i processi della mente, del pensiero e dell’intelligenza attiva, nello, specifico attraverso le mani la Vergine trasforma la materia in elemento utile al processo di sviluppo vitale dell’uomo.

Lavoro, salute, discernimento razionale, ordine, pulizia, ricerca dell’utile e del modello obbediente al sistema, burocrazia, abitudini rassicuranti.

Il Sagittario è un segno di ricerca, rinnovamento, viaggio, conquista e insediamento in nuovi territori, un colonizzatore, il quale non dimentica mai il potere della Legge, ne rispetta i dogmi e, nel suo pellegrinaggio è piuttosto conservatore.

Saturno nel Sagittario direziona verso la legge, attraverso i suoi dogmi, lascia intendere che per arrivare lontano, si debba usare una coscienza che sia predisposta a guardare in avanti, come la direzione della freccia del segno, quasi il miraggio di una iperbole del proprio futuro e ha bisogno di usare tutti gli strumenti in modo adeguato, soprattutto i libri e tutte le conoscenze approfondite.

Nella loro connotazione negativa, soprattutto quando sono debilitati, come in questo caso:

Saturno in Sagittario è un burbero moralista, Marte in Vergine un Workaholic ossessivo compulsivo.

Il Saturno in Sagittario pontifica e guarda lontano (non si capisce bene dove!) Marte in Vergine vede imperfezioni e per “aggiustare “scalpita per usare le sue mani, (anche dove non richiesto!) è un discorso di adattabilità (segni mobili) e di prospettiva presente/futuro (Vergine/Sagittario).

Marte in Vergine è la fretta di agire nel presente, Saturno in Sagittario è la prospettiva di una realizzazione in tempi lunghi.

In teoria, ma anche nella realtà pratica, i due pianeti in quadratura non si incontrano a metà strada, come auspicabile, ma si fermano a turno, in modo da evitare una vera e propria collaborazione, tuttavia…avvertendo il fiato sul collo l’uno dell’altro.

I segni mobili della terza decade sono sotto l’influsso di questa quadratura e risentono, a seconda dei punti intercettati nel proprio tema, di una tensione nervosa che accelera e un rallentamento dei progetti personali a fasi alterne.

La migliore cosa da fare sarebbe quella di lavorare il più possibile, cercando di non aspettarsi risultati immediati, tenendo a mente che le cose buone, spesso hanno un passo lungo, e non per questo bisogna rinunciare a fare, evitare di scoraggiarsi.

Il giorno 22 Ottobre, Marte lascerà il segno della Vergine e le tensioni inizieranno a sciogliersi.

Ida Mestroni

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...