Mercurio incontra Marte

In questi ultimissimi giorni di fine estate, quando oramai il caldo infernale ci ha finalmente lasciati, il cielo di Settembre ci regala un aspetto dinamico degno di nota, una particolare congiunzione nel segno della Vergine; l’incontro tra Mercurio e Marte.

Mercurio è il pianeta simbolo della comunicazione, del movimento e della capacità di trasformare la ricezione degli stimoli dell’attività cerebrale in tutto ciò che è utile per la sopravvivenza della persona.

Ha la funzione di elaborare informazioni che provengono dal mondo circostante: è il filtro attraverso il quale vediamo e conosciamo il mondo. Il contatto intellettivo con il mondo, la percezione dei dati, il tempo rapido, la velocità, l’apprendimento, l’attenzione, il desiderio di comunicare, la lucidità, la scaltrezza, l’arte di usare le mani e di trasformare un’idea in un fatto, l’azione correlata dal pensiero, associato anche ai furti, ai ladri e alla capacità di manipolare la materia, i viaggi, gli esami di ogni genere, anche di natura medica, scrivere, leggere;  tutto ciò che ha a che fare con la comunicazione.

Marte nel ciclo dei transiti planetari individuali, rappresenta eventi che hanno a che vedere con l’azione impulsiva, immediata e senza discernimento raziocinante. La reattività agli eventi, il coraggio, l’audacia, la competitività, le battaglie necessarie, la determinazione, la tensione erotica maschile, tutte le azioni finalizzate alla conquista e alla difesa personale.

In astrologia classica è considerato un pianeta nefasto, portatore di azioni e reazioni esterne o personali/agite, indiscriminate e tendenzialmente violente, poichè collegate al sentimento della rabbia avendo una natura caldo-secca, è legato all’elemento fuoco, rappresenta l’umore temperato della bile gialla.

In verità, senza l’energia dinamica di Marte c’è ben poco da fare… si rimane spesso bloccati e si subisce, se non integrata, la reazione degli eventi dall’esterno, o si vive nella morsa del sentimento della rabbia, rappresentativo dell’energia di Marte allo stadio emotivo non evoluto e non integrato.

Proviamo ad analizzare i due pianeti nei segni, separatamente:

Mercurio in Vergine:

Nel segno della Vergine, Mercurio, ha il suo domicilio e secondo l’astrologia classica vi si trova anche la sua esaltazione.

Quindi è in posizione felice o quanto meno consona alla natura del pianeta.

Il pensiero di chi ha Mercurio nel segno della Vergine è ipercritico e analitico tuttavia tende all’auto-critica e all’auto-analisi, nel senso che si comporta con sé stesso e la sua vita, nello stesso modo con il quale analizza una qualsiasi cosa o evento esterno; analizza tutti i particolari di un contenuto, li frammenta, li differenzia, li utilizza e riutilizza nel momento del bisogno. Li cataloga, difficilmente si sbarazza di qualcosa, tutto potrebbe tornare utile, qui la memoria è potenziata e gioca un ruolo fondamentale, soprattutto se il pianeta è in buon aspetto con la Luna.

Nel suo modo di comunicare è molto attento e accurato, non disdegna di colorare il suo linguaggio con dovizia di particolari e ironia, scaltro e abilissimo nella pratica delle materie che lo interessano; ha nelle mani abilità notevoli.

Mercurio in Vergine rappresenta l’intelligenza razionale e la logica.

È la mente delle “categorie”, che organizza, correla o scarta i dati assorbiti con l’esperienza. 

Marte in Vergine:

Marte diventa meno istintivo, nel senso puro del termine e cerca di usare la sua preziosa energia per fini decisamente più pratici e utili.

Nel segno mobile, di terra, femminile della Vergine, il pianeta diviene meno impetuoso e si lascia attivare da quello che serve alla propria auto-conservazione.

Marte in questa posizione rende più attenti e accurati, insofferenti verso tutto ciò che è illogico, capriccioso e che non è fondato su basi solide e verificabili, che poi tende a destrutturare e ricompattare a suo modo, è un altro discorso.

Qui la forza si unisce alla capacità di usare il cervello, per cercare di primeggiare e affermare il proprio potere.

Lavoro in primo piano, quelle abilità manuali che al segno della Vergine sono tanto care trovano in Marte un alleato formidabile.

L’incontro dei due pianeti nel segno della Vergine produce una notevole energia a livello mentale e pratico, si confrontano abilità intellettive e abilità manuali, potenzialmente è molto positivo per chi si occupa di lavori di natura pratica, ma nello stesso tempo ha la necessità di non trascurare nessun dettaglio: un abile sarto, un incisore, un truccatore, come nel caso di Vittorio Sodano, il più celebre truccatore Italiano, candidato all’oscar come miglior trucco per il Divo di Paolo Sorrentino, con la congiunzione Mercurio/Marte nel segno della Vergine.

La congiunzione Mercurio-Marte, inoltre, potrebbe anche stimolare la comunicazione rendendola particolarmente incisiva ed efficace, ma potenzialmente anche aggressiva e conflittuale, stiamo parlando di una congiunzione nel segno dove Mercurio è decisamente più “forte”e Marte diventa un pungolo, stimolando le attività Mercuriali.

Particolarmente efficace, nel tema della cantante Carmen Consoli, autrice talentuosa, la congiunzione stimola la scrittura di testi mai banali, analizza le emozioni, le frammenta e le riporta alla memoria con frasi graffianti :

” perchè non parli cosicchè potrò stanarti”

“Lingua a sonagli sputa in faccia ai tuoi fratelli”

Parole tratte da un suo famoso brano, dal titolo “Lingua a sonagli”

Queste invece sono del brano “Vorrei dire”

“Vorrei dire due parole

a quel giorno cornuto che

non mi vuole per niente incontrare

Eh, eh.

Vorrei dire due parole

Al mio cuore sfinito che

Non sa reagire e non può

Ringhiare

Eh, eh?

La parola diventa graffio, provocazione, c’è un urgenza di comunicare, di tirare fuori un groviglio mentale di informazioni, lucide e intense.

Un altro esempio di artista nato con la congiunzione Marte/Mercurio in vergine è l’eclettico musicista, attore, cantante e doppiatore, Isaac Hayee; primo premio oscar per la miglior canzone originale, ad essere assegnato ad un cantante di colore, con il brano dissacrante “Theme From Shaft”

Testo che fa chiari riferimenti alla grinta virile di un uomo di colore, in relazione al coraggio e non alla violenza, HAYEE è anche la voce di Chef, il personaggio del cuoco della serie a cartoni animati ’South Park’, caratterizzata da un umorismo nerissimo e dal frequente utilizzo di termini senza veli.

L’aspetto è indicativo di una forte energia a livello mentale, che va usata nel lavoro e nella capacità di trasformare il pensiero in azione.

Nella sua accezione negativa, nel caso di altri aspetti dissonanti, l’energia libidica di Marte in Vergine, viene disturbata dal pensiero ipercritico di Mercurio, andando alla ricerca di un perfezionismo, disturbante per l’eros. Si possono trovare casi in cui nel cercare di perfezionare l’ideale di una forma, si diventa feticisti.

La dialettica di una congiunzione Mercurio/Marte nel pragmatico, analitico e laborioso segno della Vergine, è incline all’attivismo, detesta la pigrizia, il partito preso e il lassismo, è indicativa di una tendenza reazionaria del pensiero critico.

L’aspetto dinamico si sviluppa sia sotto il profilo intellettuale della comunicazione attraverso la parola, come chiave d’ingresso nel labirinto di una mente lucida, attiva e attenta a tutte le sfumature, sia sotto il profilo squisitamente pratico, dove apporta tecnica e rigore unita alla capacità di lavorare sodo.

Sul piano del transito, rispetto al proprio tema natale, essendo molto veloce, la congiunzione Mercurio/Marte nella prima decade della Vergine,influenzerà per una settimana chi ha pianeti personali nella prima decade dell’asse mobile,sotto forma di tensione e sfida verso una situazione che appare già confusa, essendo la decade sotto l’influenza di Nettuno, può attivare il transito lento già esistente sui gradi, in questo caso l’unico pianeta che stimola la prima decade dell’asse mobile è proprio Nettuno.

Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci della prima decade subiranno una sferzata di energia attiva, qualcosa che li stimoli dal torpore, dai dubbi e dalle mille paturnie delle nebbie  Nettuniane. Uno stimolo a reagire con maggiore grinta e ad attivarsi personalmente per risolvere questioni pratiche lasciate indietro e di muoversi con maggiore grinta.

Toro, Cancro, Scorpione e Capricorno della prima decade, beneficeranno di un momento di maggiore lucidità per agire con ottimismo e fiducia nelle loro possibilità, ripeto che si tratta di un transito breve, una settimana circa, di ritrovato coraggio e risolutezza nell’affrontare i problemi quotidiani.

Ida Mestroni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...